Featured Post

Mente, diaframma, corpo

Negli ultimi anni lo studio ultra trentennale del Tai Chi e del Qi Gong della International Tai Chi Chuan Association, scuola fondata dalla ...

15 April 2017

L'uovo di Pasqua

Sinistra e destra, davanti e dietro, alto e basso, Yin e Yang. Abbiamo sempre due lati. Questi due lati hanno funzioni molto diverse, a destra del corpo troviamo il Fegato, a sinistra la Milza; sono organi estremamente dissimili fra di loro. Ogni persona ha un lato maschile ed uno femminile: il fegato, Giove, il nostro lato paterno. La milza, Giunone, quello materno.

Un esempio: prendete in mano una bottiglia e nell'altra un bicchiere, versatevi da bere e osservate i gesti di una mano e i gesti dell'altra, una riceve, una dà, una è Yin, una è Yang.

Se odio l'altro sesso, odio me stesso...
Se odio qualsiasi persona, odio me stesso, odio un mio lato e questo si chiude, si blocca, si ferisce. Malattie; persino i tumori nascono così.

L'uovo di Pasqua ha due lati che vengono congiunti. Aprite l'uovo separando perfettamente i due lati e osservate i due pezzi, noi siamo così, un momento in questa maniera, un momento in quella.

L'uovo simboleggia il Cristo, i suoi due aspetti, destra e sinistra, uniti dopo il duro lavoro di comprensione e meditazione e perdono fatto nei "quaranta giorni" nel deserto, lo resero completo, i due lati, quello femminile e quello maschile, perfettamente uniti.

Aperto l'uovo di Pasqua, ecco il dono; Dio dona sempre, ma solo chi ha unito i suoi due lati, può vedere ed accettare questi doni. Il lato materno ed il paterno spariscono, così come il cioccolato viene mangiato, e resta il dono, il figlio, il vero sé. Non più madri o padri, ma figli di Dio.

11 April 2017

Meditare

Come in una grotta, ascoltando l'acqua che gocciola stando nel buio indistinto.
Le stelle sono i nostri punti energetici.

Come un toro infuriato od un cavallo imbizzarrito da domare, così stiamo seduti nella posizione di meditazione a domare la nostra mente.

Seduti entriamo nella porta della meditazione.
Come fare? La parete rocciosa davanti a noi sembra liscia e insuperabile... C'è però una fessura, c'è però una parola magica...

Ali Baba l'aveva trovata: apriti Sesamo.

I 40 ladroni sono i nostri pensieri, quelle nuvole che impediscono di vedere il sole. Chiediamo: apriti Sesamo. Dobbiamo sempre chiedere allo Spirito per poter entrare nella porta della meditazione.

Entriamo.

Immobili aspettiamo. Questa è la porta per entrare in se stessi, in meditazione siamo finalmente noi stessi, non vaghiamo in meandri vacui ed inutili facendo questo e quello: stop.

La nostra mente va allenata, va capita. Seduti immobili come su un toro infuriato od un cavallo selvaggio, senza fare nulla, lasciamo che senta la forza della nostra immobilità e in poco tempo viene domata. Qui raggiungamo il benessere, l'energia si muove in tutto il nostro essere, il corpo sparisce.

Qui possiamo trovare Pace, Guarigione, Felicità, basta chiedere allo Spirito.

La nostra coppa svuotata ora si riempie di contenuti profondi e benefici. Dentro non c'è più veleno, ora possiamo attingervi e berne il liquido sacro.

Ascoltiamo, lo Spirito sta comunicando con noi, ha già risposto alla nostra chiamata, ma diamoci tempo di comprendere quali sono i nodi da sciogliere, quali dei nostri pensieri formulati, anche in un lontano passato, sono i nodi che ci impediscono di essere completamente uno con noi stessi.

Poi silenzio nell'attimo presente, nell'"istante sacro"

09 April 2017

L'enigma della Sfinge

Edipo rispose correttamente alla domanda della Sfinge: "Chi, pur avendo una sola voce, si trasforma in quadrupede, bipede e tripede? (Pseudo-Apollodoro) "L'essere umano" fu la sua risposta.

Al mattino della vita camminiamo carponi su quattro zampe, al pomeriggio camminiamo a due gambe ed alla sera ci appoggiamo ormai vecchi sul bastone, la nostra terza gamba.

Esistono enigmi simili in varie popolazioni; questo ci fa pensare ad una verità più profonda. La domanda che riporta Diodoro Siculo è più attinente.

"Chi è contemporaneamente bipede, tripede e quadrupede?"

Noi siamo bipedi, camminiamo su due piedi e come tutti i bipedi sappiamo volare. L'aspetto bipede è la capacità della mente di volare, questo è l'aspetto uccello della Sfinge: La testa.


Noi siamo anche quadrupedi, ci pieghiamo, ci sdraiamo. Un aspetto animale, quadrupede. Chi perde questo aspetto soffre di mal di schiena. Nella Sfinge è rappresentato dalla coda della Sfinge. La pancia.



La Sfinge muore o si dissolve quando Edipo assimila simultaneamente i tre aspetti dell'essere umano: in quel momento diventa Leone, re. Viene incoronato re di Tebe, non più Edipo, ma Edipo re.
Il Leone, il cuore - cuor di Leone - nel suo aspetto regale si siede sulle zampe posteriori ed ha quelle anteriori diritte: è simbolicamente a tre zampe. La Sfinge è seduta così, contiene in se il bipede ed il quadrupede (4+2=6 zampe) e per questo ha il cuore aperto (6/2=3).


Seduto, immobile, la sua energia regale arriva dappertutto e a chiunque.

04 April 2017

Come navigare

I cinque blocchi del diaframma si possono leggere come le parti strutturali di una nave.

1) Il legno è l'albero maestro, un blocco qui significa che l'albero maestro è spezzato: niente più vele, niente respiro, la nave resta ferma.

2) Il metallo, le fiancate, la chiglia. Il blocco indica che c'è una falla su una delle fiancate, la nave rischia di affondare, si può appoggiare solo sull'altra fiancata.

Le fiancate sono le nostre due parti, la destra Yang e la sinistra Yin. Se ho il blocco del metallo sulla parte destra del diaframma il peso sarà quasi sempre tenuto a sinistra con affaticamento di questa.

3) Fuoco, la prua. Con un blocco qui la nave non si alza, resta giù, triste come le grandi navi moderne in cui il movimento del mare non si percepisce più.

4) Acqua, la poppa. Qui la nave deve restare "in acqua", deve seguire il movimento del mare, restare nel punto di galleggiamento. Con il blocco nasce fatica, non ci si "lascia andare", si tiene la nave troppo su, fuori dall'acqua o troppo spinta in acqua.

5) Terra, il ponte di comando. Senza ponte di comando la nave non ha una rotta, va un po' qui ed un po' lì, a casaccio...

I cinque blocchi al diaframma si correggono con i cinque Yi Gong.

Abbiamo poi le tre funzioni energetiche: i tre livelli, testa, cuore, pancia.

1) Il lato Yin è il Tan Tien della testa: la vedetta sulla coffa, il posto da dove osserva e guarda.
Il lato Yang è la bandiera sulla sommità della nave, identifica la nave.

2) Il lato Yin è il Tan Tien del cuore: il comandante della nave, il saggio, quello o quella che as-saggia e sa sempre cosa fare, dove andare, perché vive nel qui ed ora.
Il lato Yang è il mare: porta la nave, le due sponde dell'acqua che la nave solca.

3) il lato Yin è il Tan Tien della pancia: il macchinista, il timoniere. Esegue gli ordini del capitano, porta la nave.
Il lato Yang è il timone della nave.

I cinque Yi Gong ed i tre Qi Gong sono trasmessi dalla Itcca Italia.

Riporto una poesia tratta dall'antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters

I have studied many times

Tante volte ho studiato

The marble which was chiseled for me

la lapide che mi hanno scolpito:

A boat with a furled sail at rest in a harbor.

una barca con le vele ammainate, in un porto.

In truth it pictures not my destination

In realtà non è questa la mia destinazione

But my life.  

ma la mia vita.

For love was offered me and I shrank from its disillusionment;

Perché l’amore mi si porse ed io mi ritrassi dal suo inganno;

Sorrow knocked at my door, but I was afraid;

la tristezza bussò alla mia porta, ed io ebbi paura;

Ambition called to me, but I dreaded the chances.

l’ambizione mi chiamò, e io temetti gli imprevisti.

Yet all the while I hungered for meaning in my life.

Eppure tutto il tempo avevo fame di un significato nella mia vita.

And now I know that we must lift the sail 

E ora so che bisogna alzare le vele

And catch the winds of destiny

e prendere i venti del destino,

Wherever they drive the boat.

dovunque spingano la barca.

To put meaning in one’s life may end in madness,

Dare un senso alla vita può condurre a follia

But life without meaning is the torture

ma una vita senza significato è la tortura

Of restlessness and vague desire

dell’inquietudine e del vano desiderio

It is a boat longing for the sea and yet afraid.

è una barca che desidera il mare eppure lo teme.

02 April 2017

Tornare bambini

Non entrerete nel regno dei cieli se non tornerete come bambini disse Gesù.

Non è difficile, smettiamo di essere seri. Le persone serie distruggono. Distruggono l'ambiente, uccidono, fanno le guerre, hanno il loro business, il loro tornaconto personale in ogni azione da adulti che fanno: sono tristi figuri...

Immaginiamo una spiaggia, la più bella che possiamo pensare e rimpiccioliamoci come bimbi, non più grossi adulti. Adesso lasciamo che il bimbo giochi con altri bimbi e sentiamo tutta la felicità!

01 April 2017

Il saggio e l'idealista

Chi è un idealista fatica a ricevere doni perché deve "farsi da solo" e quindi non accetta aiuti dal Grande Tao.

Il saggio al contrario "as-saggia" tutto e sa riconoscere i doni che il cielo gli ha inviato.

31 March 2017

Silente ed il Santo Graal

Silente nel 6° volume della saga di Harry Potter è costretto, per raggiungere ed eliminare l'Horcrux, un malefico distruttore di anime, a bere tutto il liquido avvelenato di un enorme calice in una grotta sommersa aiutato da Harry.

La coppa è la nostra mente sempre piena di pensieri: pensiamo tutto il giorno, facciamo tutto il giorno, viviamo nel veleno mortale del nostro ego che ci impedisce di essere noi stessi.
Solo eliminando il contenuto nefasto della coppa questa diventa il Santo Graal, la mente pura del saggio, del maestro.

Tutti dovremmo seguire l'esempio di Silente, liberare e distruggere l'Horcrux, il nostro ego e vivere finalmente.

Silente muore dopo l'impresa, ma è una morte simbolica ed infatti lo ritroviamo successivamente a parlare con Harry Potter, libero oramai dalla umana e triste inquietudine.

PS

Ringrazio Teresa che ha avuto l'illuminazione dell'episodio di Harry Potter dopo una meditazione.

26 March 2017

Conosci il mondo

Lao Tzu dice: conosci il mondo restando a casa.
Aggiungo: non restare a casa per timore del mondo

23 March 2017

Head and Heart

My head wanting to move around
Lot of things to do
Get up Carlo and do

She kissed me once more
She touched me again sweetly
No way to move
I had to surrender once more
To her gentleness
To her feet mixed with mine

My heart finally open

27 February 2017

Rigor mortis e pilates

Il rigor mortis, il terzo stadio della morte, è quello stato dove tutti i muscoli si contraggono, simile al Pilates o agli stupidi esercizi che si fanno nelle palestre ai nostri giorni.

Il neonato è la massima espressione della vita e non ha neppure un muscolo contratto, così chi si approccia al Tai Chi torna neonato e si allontana dalla morte.